capodannoprato.it - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Prato e provincia

Info e Prenotazioni:

Scrivici info@capodannoprato.it

La storia di Prato

La storia della città di Prato rivive ancora nei bellissimi monumenti

Storia di PratoI ritrovamenti archeologici hanno dimostrato che la storia di Prato è molto antica, tanto che le colline intorno alla città che conosciamo oggi furono abitate fin dal Paleolitico.

 

La pianura è stata successivamente colonizzata dagli Etruschi. Nel 1998 i resti di una città sconosciuta in precedenza sono stati scoperti nei pressi dei Campi Bisenzio.

 

Secondo alcuni studiosi potrebbe essere di una città etrusca abitata fino al 5° secolo aC, quando, per ragioni sconosciute, decadde.

 

La storia di Prato comincia dal 10° secolo, quando due villaggi distinti, Borgo al Cornio e Castrum Prati, si unirono sotto la famiglia Alberti, che ricevette il titolo imperiale di Conti di Prato.

 

Dopo un assedio nel 1107 dalle truppe di Matilde di Canossa, gli Alberti si ritirarono verso le loro fortezze di famiglia in Val di Bisenzio, quindi Prato potrebbe essersi sviluppata come libero comune. Nel giro di due secoli, ha raggiunto il numero di 15.000 abitanti, spronati anche dall'industria tessile fiorente.

 

Nel 1326, al fine di contrastare l'espansionismo di Firenze, Prato è passata volontariamente sotto la signoria di Roberto d'Angiò, re di Napoli. Tuttavia, il 23 Febbraio 1351 , Giovanna I di Napoli ha venduto la città a Firenze in cambio di 17.500 fiorini d'oro.

 

Nel 1512, durante la guerra della Lega Santa, la città fu saccheggiata dalle truppe spagnole. La gravità del sacco di Prato ha portato alla resa della Repubblica Fiorentina e al ripristino dello stato dei Medici. Nel 1653 Prato ottenne lo status di città e divenne sede di una diocesi cattolica.

 

La città è stata abbellita nel corso del 18° secolo, dal quale arrivano anche i tanti monumenti di Prato che possiamo vedere ancora oggi.

 

Dopo l'unità d'Italia nel 19 ° secolo, Prato divenne un centro industriale di primaria importanza, in particolare nel settore tessile e la popolazione crebbe fino a 50.000 persone nel 1901 e ben 180.000 nel 2001 .

publisher
back to top